La poesia musicata di Fabrizio De André

Home/Concerti, Conferenze/La poesia musicata di Fabrizio De André
Caricamento Eventi

La serata intende rendere omaggio a uno dei grandi cantautori italiani del Novecento, a vent’anni dalla scomparsa.

Nutriamo la speranza che la famigerata seconda ondata epidemiologica non avvenga (o sia superata) e vi proponiamo un paio d’ore con il professor Guido Pedrojetta e con Nicola Castelli per vivere (o meglio: rivivere, per alcuni di noi) i testi e le melodie di un cantautore che molto speso ha saputo cogliere il lato positivo nell’emarginazione; qualcuno infatti lo ha definito il “cantautore degli emarginati”.

Ideato da Nicola Castelli, che interpreterà i brani accompagnandosi con la chitarra, il programma intende ripercorrere cronologicamente alcuni momenti chiave della carriera dell’artista, illustrandoli con esempi significativi della sua evoluzione musicale e personale: ne saranno perciò valorizzati i contenuti (temi e ideologie soggiacenti), le qualità estetiche del testo e del fraseggio melodico, nonché la produttività delle sue collaborazioni con altri artisti.

Da Amore che vieni, amore che vai a Dolcenera e a Desamistande, passando per Via del Campo e La canzone di Marinella si procurerà di evocare quella magia che da sempre accompagna il successo di questo alto artefice di parole cantate.

Ogni testo sarà introdotto e commentato linguisticamente (ed esteticamente) da Guido Pedrojetta che procurerà di porre in rilievo le qualità più salienti delle canzoni di De André: sonorità, idee e ritmi sapientemente intrecciati. La presentazione sarà arricchita da filmati d’epoca che faranno da ponte tra la fama di ieri e quella, sempre viva, di oggi.

Entrata libera grazie al sostegno di   

De Andrè –  Scarica volantino

Torna in cima